Condividi:

Finalmente disponibile, senza pagare l’extra vip sulla piattaforma di streaming Disney+,  il film Disney “Crudelia” (Cruella). Non vedevo l’ora di godermi questa pellicola ma vi dico che personalmente dopo un inizio frizzante e coinvolgente, la seconda parte mi ha distratto e anche un pò annoiato. Il finale ha un po risollevato le sorti. Si tratta, tirando le somme, del prequel del romanzo di Dodie Smith su cui si basa il famoso cartone Disney della “Carica dei 101”, incentrato sulla figura e la storia di Crudelia, che nel libro é Crudelia De Mon ma in questo film diventa Cruella De Vil. Ecco la storia: sono gli anni ’60 e la piccola Estella Miller vive sola con sua madre. E’ una bambina molto particolare e lo si nota già dai suoi capelli che già dalla nascita sono metà bianchi e metà corvini. A scuola iniziano i guai. Estella é una ragazzina molto creativa, geniale e fuori da ogni regola e ben presto lei e la madre sono costrette a trasferirsi a New York.  Durante il trasferimento si fermano ad una festa organizzata dalla baronessa Von Hellman, vecchia conoscenza della madre, ma qui, Estella, alla quale la madre aveva detto di starsene in macchina tranquilla, si intrufola al ricevimento e ne combina un’altra delle sue e mentre scappa rincorsa da alcuni cani dalmata, assiste alla morte di sua madre che casca da un dirupo spinta dai cani che la stanno inseguendo. Da questo momento Estella é sola e riesce a raggiungere Londra e qui incontra due piccoli furfanti che cambieranno la sua vita e la aiuteranno a realizzarsi mettendo a frutto le sue doti straordinarie di sarta e la sua grande inclinazione per l’alta moda! Mi fermo qui. Il film é consigliato per un pubblico dai 14 anni in su. Voto personale 7- ma soprattutto per la fotografia e i vestiti. Di rilievo l’interpretazione di Emma Stone nei panni di Crudelia e di Emma Thompson nei panni della Baronessa Von Hellman. Buona visione, poi fatemi sapere qui nei commenti come vi é sembrato il film, grazie.