Condividi:

Little Sleep SonninoSono solo tre, ma molto agguerriti e con le idee molto chiare. Sono i Little Sleep, un trio che sta facendo delle proprie origini, della storia della terra natia, il vessillo di una diversità non solo artistica ma anche stilistica. La band é formata da Enzo Bruni alla chitarra, Andrea Madeccia alla batteria e cori mentre la voce é di Giacomo Bernardini.

Little Sleep - Bregante se More

Lo avevano annunciato in occasione dell’uscita del loro primo pezzo, remake del brano dei Larkin Poe dal titolo “Bleach Blonde Bottle Blues”, che avrebbero tirato dritto per la loro strada! Ed eccoli arrivati alla seconda prova. Hanno pubblicato lo scorso 19 maggio la loro versione del pezzo “Bregante Se More”, originariamente di Eugenio Bennato e Carlo D’Angiò, vestendolo di un carattere attuale e di sonorità dark e grunge e di un velo epico. 

Little Sleep - Bregante Se More

A seguire, il 10 giugno, hanno completato la nuova mise del brano, pubblicando il relativo video che vede protagonista la loro terra, Sonnino, con riprese della zona Calanche di San Nicola, con attori e comparse vestiti ed armati come i briganti e le donne citate nel testo del pezzo originale, ma il tutto riportato alle radici e alla storia di questi moschettieri del nuovo rock italiano che hanno il coraggio di osare cantando addirittura nel loro dialetto locale! Beh esperimento riuscitissimo.

Little Sleep - Bregante Se MoreTornando un po’ indietro nel tempo, Andrea Madeccia, con il dialetto e la sua voce, ci aveva già egregiamente provato da solista con l’album “Radici”, del 2017 dove non aveva tra le mani le bacchette, ma già incideva le batterie dei sui suoi pezzi, nel suo studio di produzione MadHouse Recording di Sonnino. Un’album che trovo purtroppo sottovalutato, ma si sa che il mercato discografico é quello che é, distorto dalla decadenza dei tempi e dall’ignoranza musicale purtroppo diffusissima. 

Little Sleep - Bregante Se MoreOra questo nuovo progetto, questa nuova luce dà un significato del tutto diverso e rinnovato anche alle esperienze passate. C’é la crescita personale e musicale di ognuno dei componenti della band e “Brigante Se More” é un grido per dire: ‘Io ci sono!’, un grido di resistenza, di libertà. Ma qual’è il futuro dei Little Sleep? Il nome inglese della band forse non sposa a pennello con la direzione anglo/folk-italiano. E forse non aiuta nemmeno il fatto di andare completamente verso pezzi con liriche in inglese. Ma di sicuro, più di tutto, abbandonare la loro terra e la loro libertà, per sposare il mainstream farebbe torto a loro e a quanti si aspettano una vera rivoluzione in questo mondo musicale così appiattito dalle logiche di mercato.

Cosa faranno dunque i tre ragazzi del “Sonnellino”? Andranno contro tutti e tutto con il loro rock agricolo? Può coesistere una pacificazione nella diversità? Si può concepire un ‘ogm’ nella ricerca della purezza? Vedremo! Intanto godiamoci il momento.

SOCIAL LINKS
Istagram: https://www.instagram.com/littlesleep_music/
Facebook: https://www.facebook.com/LittleSleep.Music
Spotify: https://open.spotify.com/artist..
You Tube: https://youtu.be/4GJbojNy7Qw
MadHouseRecording: madexay@libero.it

ALTRI CONTENUTI SUGLI ELEMENTI DELLA BAND
L’esordio dei Little Sleep con la cover di “Bleach Blonde Bottle Blues”
“Il Puzzle Proibito” il libro di esordio di Enzo Bruni